Bottiglia di vino: forma. Qual è quella giusta?

Quando si tratta di vino, anche la bottiglia ha la sua importanza e le dimensioni della bottiglia di vino devono essere quelle giuste!

Bottiglia-Di-Vino

Vediamo allora i diversi formati, e a quale vino si adattano meglio.

Le bottiglie di vino sono ormai quasi tutte della stessa capienza, che raggiunge i 750 cl. Quello che cambia, è la forma.

Ecco i principali formati di bottiglie:

  • BORDOLESE: come suona dal nome, è nata appunto nella regione di Bordeaux; si utilizza (come logica conseguenza) soprattutto per i rossi. Le spalle della bottiglia hanno la particolarità di essere accentuate, così da impedire ai residui solidi di defluire nel bicchiere.
  • BORGOGNOTTA: Se non si capisse, è originaria della Borgogna. Ha una forma cilindro-conica e si usa sia per bianchi che per rossi. A proposito, hai letto il nostro articolo sui viaggi in Borgogna? 
  • CHAMPAGNOTTA: ovviamente deriva dalla Champagne, e quindi non poteva che essere perfetta per i vini spumanti. Il suo vetro è spesso e pesante, per poter resistere almeno a 10 atmosfere di pressione; inoltre, l’imboccatura ha una sporgenza ad anello, cui di solito fa presa la gabbietta che impedisce l’espulsione del tappo a causa della pressione.
  • RENANA: questa bottiglia tedesca delle aree del Reno, è tipica dei vini bianchi, con una forma conica molto allungata.
  • ALBESIA: bottiglia piemontese utilizzata per i rossi di Alba.

In generale, il colore delle bottiglie varia dal bianco, al marrone, al verde. Più i colori sono scuri, più significa che sono desinate a vini che necessitano di un tempo di affinamento molto lungo in bottiglia.

Ti è piaciuto questo articolo? Vuoi conoscere altre curiosità sul mondo del vino? Segui allora Uvamatris su Facebook! Troverai sempre tante novità!

Condividi:
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Add a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[:it]

[:]