Vin Santo: un vino, tante leggende

vin-santo

Si trovano riferimenti specifici al Vin Santo solo a partire dal 1700. Una leggenda senese narra  che nel XIV secolo un frate curò i malati di peste con un vino utilizzato per celebrare messa, con la convinzione che si trattasse di un vino miracoloso. Una storia fiorentina racconta invece che, in occasione del Concilio di Firenze, indetto nel corso del XV secolo, nel tentativo di riunificare la chiesa greca ortodossa con quella cattolica romana, un arcivescovo greco nell’assaggiare il vino dolce offertogli a fine banchetto lo paragonò al vino di “Xantos”. I commensali confusero la parola con “santo”, immaginando che fosse stata usata per decantare le qualità del vino servito. Un’altra ipotesi ancora lega il nome del vino al ciclo produttivo dello stesso e in particolare alla pigiatura delle uve effettuata proprio in prossimità o in concomitanza della Settimana Santa.

Condividi:
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Add a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[:it]

[:]