Piemonte vini: ottima annata per l’astigiano e il Monferrato

La siccità, il caldo, la vendemmia anticipata e i mille inconvenienti di questo 2012 non hanno impedito al vino piemontese, quello dell’astigiano e dell’alessandrino, di raggiungere numeri davvero incoraggianti.

Questa, a dispetto delle previsioni decisamente meno rosee, può essere definita, come ammette in una recente stima il Consorzio Tutela Vini d’Asti e del Monferrato, davvero un’ottima annata, sia in termini di volumi della produzione sia in termini di qualità. Infatti, nonostante, una leggera flessione della produzione complessiva (5-10%), il vino piemontese, dell’astigiano e dell’alessandrino, garantisce ottime prestazioni per il 2012.

“Le piogge delle scorse settimane hanno avuto effetti positivi su tutte le varietà, in particolare sui vitigni a bacca nera più tardivi, come ad esempio la Barbera. La pioggia ha rinvigorito le piante, ridato turgidità agli acini e prolungato così di alcuni giorni la maturazione, fino alla fine di agosto decisamente anticipata” ha sottolineato il presidente del consorzio piemontese.

 

Condividi:
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Add a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[:it]

[:]