Il vino, insospettabile alleato dei denti contro le carie

Non è solo buono e, in molti casi, dal gusto eccellente, non solo può vantare una serie di proprietà benefiche per l’organismo, dal cuore ai vasi sanguigni: il vino è anche un potente, quanto insospettabile, alleato della salute dei denti, in grado di contrastare la comparsa delle carie. Ecco quanto emerso da una recente sperimentazione, condotta dai ricercatori italiani di Roma e Bari.

Il vino, grazie alle sostanze antiossidanti che contiene, è in grado di contrastare efficacemente l’azione dei batteri che, quando si insinuano nel cavo orale, tra denti e gengive, causano placca e carie.

Sono sempre loro, le sostanze antiossidanti di cui la bevanda è ricca, i polifenoli, a giocare un ruolo chiave anche in questo potere benefico del vino. La nuova ricerca, firmata dagli esperti delle Università Aldo Moro di Bari e La Sapienza dì Roma, dal titolo “Azione antibatterica del vino rosso e bianco contro i patogeni orali” scatta una nuova interessante fotografia al vino e alle sue potenzialità benefiche.

I polifenoli contenuti nel vino possono vantare, come specificato nello studio, “un’attività inibente del processo di adesività batterica alla superficie dentale responsabile dell’insorgenza della carie”, cioè bloccano l’azione dei batteri.

 

Condividi:
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Add a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[:it]

[:]