Vino che sa di tappo? Mai più, grazie a un nuovo tappo

La delusione è davvero tanta quando, dopo averlo stappato, pronti a gustarlo, si fa l’amara scoperta: il vino sa di tappo. A tutti, almeno una volta nella vita, è capitata questa spiacevole esperienza.

Per “togliere di mezzo” ogni rischio di delusione da vino che “sa di tappo”, la tecnologia ci mette lo zampino. Uno dei leader mondiali nella produzione di tappi in sughero, la Diam Bouchage, ha annunciato un nuovo tappo a prova di brutte sorprese, il Diam® 15, destinato, in particolare, ai grandi vini da invecchiamento.

Tutto merito di un innovativo trattamento del sughero, coperto da apposito brevetto, che lo purifica, tramite CO2, per scongiurare ogni rischio di contaminazione. Il tappo, in questo modo, dovrebbe diventare, davvero un valido alleato per preservare tutti gli aromi e le proprietà organolettiche del vino, rendendolo esente da ogni rischio di gusto di tappo.

 

Condividi:
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Add a comment

[:it]

[:]