Tutti a scuola di “vino”: boom di studenti per agraria, enologia e viticoltura

La cultura del vino affascina una fetta sempre più ampia e, soprattutto, più giovane, della popolazione italiana. E’ vero e proprio boom di iscritti per le scuole superiori e per le università che hanno il compito di formare i professionisti del vino di domani.

Il trend al rialzo, registrato da Confagricoltura nell’ultimo anno, è questione di fascino, di appeal del mondo dell’agricoltura, della “terra” e del vino, ma non solo. Anche le ragioni più pratiche non mancano: in tempi di crisi, il mondo agricolo sembra reggere, garantendo un impiego a ben il 60% dei neolaureati in agricoltura entro un anno.

Dalla più tradizionale, agraria, ai nuovi corsi di formazione universitaria, come il master in viticoltura sostenibile, cresce il numero dei giovani per si affacciano al mondo del vino con interesse, passione e dedizione, scegliendo un percorso di studi e crescita, per ritagliarsi, un domani, una professione dal fascino garantito, tra vigneti, filari, botti, bollicine e sentori unici.

 

Condividi:
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Add a comment

[:it]

[:]