“Vino, Italia – Francia: 1 a 0”

Lo spumante italiano supera le bollicine dei cugini d’Oltralpe.

Questa la classifica dei Paesi produttori di “bollicine” stilata dall’Assoenologi, l’Associazione Enologi Enotecnici Italiani, che vede lo spumante italiano primeggiare nella produzione mondiale del 2010 con 380 milioni di bottiglie prodotte, contro le 370 milioni, soprattutto di Champagne, prodotte dalla Francia.

Secondo l’Assoenologi il boom delle consumazioni è stato sicuramente tra il 10 dicembre e il 10 gennaio, quando nel mondo sono state stappate 150 milioni di bottiglie di spumante italiano, praticamente il 40% della produzione totale dell’anno scorso.

Tra protagonisti più venduti si piazzano l’Asti e il Prosecco, complice anche il buon rapporto qualità/prezzo.

Se gli italiani primeggiano nelle bollicine, non si dimostrano da meno nelle uve di Chardonnay e Sauvignon o di Barbera e Merlot, dalla cui selezione nascono vini bianchi e rossi da tavola intensi e corposi.

Per saperne di più sulle produzioni italiane, puoi inoltrarti nel Monferrato, alla scoperta delle cantine di Uvamatris.

 

Condividi:
  • email
  • RSS
  • Facebook
  • Twitter
  • Google Bookmarks
  • del.icio.us

Comments

  1. wrote on 29 marzo 2011 at 29 marzo 2011

    roberto giovannardi

    già, 10 milioni di bottiglie in più… di liquido spesso ignobile di nome prosecco ….
    certo , il costo dello champagne è un freno alle vendite, ma se guardiamo al valore …. tutt’altra cosa !
    non parliamo poi di confronto qualità , se prendiamo i migliori italiani a confronto con i medi francesi è già difficile, se assaggiamo i grandi champagne g.c. non c’è storia.
    poi in enoteca cerco di vendere trentino e franciacorta, certo, ma se non dobbiamo fare pubblicità a noi stessi e vogliamo guardare la realtà, è un’altra cosa
    saluti
    roberto

Add a comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

[:it]

[:]